M5s? Come altri soggetti politici, è un’agenzia del rancore. E la semplificazione prodotta dalle agenzie del rancore è una cosa che piace a molti che non vogliono fare lo sforzo di esercitare il proprio dovere di cittadini, applicando l’intelligenza critica e imparando a distinguere”. E’ il giudizio che a Otto e Mezzo (La7) dà l’ex senatore Pd, Gianrico Carofiglio, sulle motivazioni per le quali il M5S ottiene il gradimento di molti giovani. “La banalizzazione, che è tipica di taluni movimenti e partiti populisti come il M5S e la Lega” – continua – “fa molta breccia, per diverse ragioni del tutto giustificate, in chi vuole sfuggire allo sforzo di esercitare l’intelligenza critica. La pratica politica del M5S non è tanto quella di proporre qualcosa nella prospettiva di costruzione di un modello sociale nuovo, quanto quello di segnalare che qualcosa non va, il che è perfettamente giusto, ma il fine è alimentare il rancore in molti, soprattutto nei giovani. E non nego che vi siano colpe molto gravi, soprattutto da parte del Pd nella perdita di consensi”