“Un appello alle forze politiche perché si approvi un provvedimento che aumenti la protezione e le tutele per le donne e rafforzi le misure di interdizione contro gli uomini violenti”. La presidente della Camera Laura Boldrini, di fronte all’ennesima notizia di cronaca nera ai danni di una donna, è intervenuta rivolgendosi ai partiti in Parlamento. “Nell’ultimo mese, praticamente ogni giorno, abbiamo avuto notizie di violenza sulle donne di vario tipo: dalle molestie alle stupro ai femminicidi. Non possiamo rimanere a guardare. Il problema è mettere in atto misure e renderle efficaci”. La terza carica dello Stato ha chiesto che il provvedimento sia discusso e approvato entro questa legislatura: “Io credo che in questa legislatura si debba arrivare a un provvedimento in cui si aumentino le tutele a favore delle donne così come si mettano in atto le misure interdittive per gli uomini violenti che si sono macchiati di minacce e che già hanno dato segno di voler fare del male alle donne”.

La presidente poi ha risposto a Matteo Salvini che ieri aveva chiesto di calendarizzare la proposta di legge che inserisce la castrazione chimica a chi si macchia di violenza contro donne e bambini. “Ci sono delle proposte di legge, ma a me nessuno all’interno della Camera mi ha chiesto la calendarizazione. Se c’è una proposta in commissione e se un gruppo vuole portare avanti delle proposte deve quantomeno occuparsi che queste proposte vengano poste all’attenzione della commissione per poi arrivare in Aula. Al momento non è così”.