Un nuovo episodio di violenza sessuale sulle spiagge di Rimini, mentre è ancora in corso la caccia all’uomo per arrestare i quattro che la scorsa settimana hanno abusato di una donna e poi di una trans. Questa volta, però, l’autore è stato arrestato perché l’allarme è arrivato in tempo e i carabinieri lo hanno bloccato. L’episodio è avvenuto all’alba sul lungomare di Marina Centro intorno alle 5 del mattino. Una coppia di quarantenni di Parma era appena uscita dal locale quando è stata avvicinata da un 34enne marocchino che, approfittando dell’ubriachezza dei due, ha rubato il cellulare alla donna e le ha poi ordinato di seguirla in spiaggia per riottenerlo. Così è stato, ma la vera contropartita pretesa dall’uomo era un rapporto sessuale. A quel punto è partita la chiamata al 112 dell’amico della donna: anche quest’ultimo era ubriaco e a fatica è riuscito a far capire ai carabinieri dove si trovasse la quarantenne in pericolo. Alla fine le pattuglie sono intervenute in tempo, bloccando il marocchino che, nudo, stava bloccando a terra la donna. E’ stato arrestato, dovrà rispondere di estorsione e violenza sessuale.