Intorno alla mezzanotte di ieri una donna di 23 anni è morta lungo la statale dei Monti Lepini a Prossedi (Latina). Sul corpo sarebbero stati notati alcuni segni di violenza e varie ecchimosi.

L’allarme è stato dato dai titolari di un hotel della zona, vicino al quale si è fermata l’auto su cui viaggiava la ragazza. La vittima, italiana e originaria di Frosinone, pare fosse solita prostituirsi ad Anzio, sul litorale laziale, e stava rincasando con due parenti quando si è sentita male e non riusciva a respirare. La donna aveva confidato ai parenti, un uomo egiziano titolare di una frutteria e la compagna di lui, di essere stata picchiata. L’uomo che viaggiava con lei ha provato a rianimarla, ha chiesto aiuto e sono accorsi i titolari dell’hotel. Ma quando sono arrivati i paramedici del 118 non hanno potuto fare altro che constatare il decesso.

Del caso si stanno occupando i carabinieri del comando provinciale di Latina, con le indagini coordinate dal sostituto procuratore Luigia Spinelli. L’autopsia è in programma nel pomeriggio.