“Aveva parlato a lungo della vacanza a Barcellona. Non vedeva l’ora di andarci con la famiglia”. Così Valerio Porcu ha ricordato l’amico e collega Bruno Gulotta di Legnano, rimasto vittima dell’attentato di ieri a Barcellona. “Avevamo parlato spesso degli attentati terroristici. Lui era molto analitico e non dava giudizi d’impulso”, racconta Manolo De Agostini, un altro collega che, insieme alla vittima, lavorava a Tom’s Hardware alla sede di Legnano.