Ha causato un morto il fortissimo temporale che si è abbattuto sulle montagne della Val Tramontina, in Friuli Venezia Giulia, provocando la caduta di molti alberi che hanno investito alcune tende presenti in una radura. La vittima, un cittadino belga di 41 anni, si trovava nella propria tenda quando è stato travolto da uno degli alberi sradicati dalla pioggia. E’ successo nella zona di Malga Chiampis, provincia di Pordenone, dove circa 3mila persone stavano partecipando al raduno europeo delle “Famiglie arcobaleno“. Il maltempo in montagna ha causato altre tre vittime solo nella giornata di domenica.

L’elicottero del Soccorso Alpino di Maniago è riuscito, dopo una lunga ricerca, a individuare la tenda e il corpo della vittima. Dalla perlustrazione risulta che non ci sarebbero altre persone coinvolte nell’incidente. Altri partecipanti al raduno, che stavano campeggiando nei dintorni, hanno infatti lanciato l’allarme dopo aver raggiunto una zona coperta dal segnale per il telefono cellulare.

Precipita da un sentiero nel Bresciano – Stava attraversando la zona del Passo Ignaga, ma è scivolata sul sentiero bagnato, precipitando per diversi metri. La vittima, Margherita Nardone, 24enne di Roma, era un’escursionista e insieme al fidanzato si trovava lungo il sentiero tra il rifugio Maria e Franco e il Lissone a Saviore dell’Adamello, in provincia di Brescia. Secondo la ricostruzione del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico, era in corso un forte temporale. Un’altra persona che si trovava dietro di loro ha assistito all’incidente e ha subito allertato il 112.

Ucciso da un fulmine sulla Marmolada – Un altro escursionista, un turista emiliano di 47 anni, è stato ucciso da un fulmine sulla ferrata della Marmolada, in Trentino. Ferita, ma non grave, anche la moglie, che ha chiamato i soccorsi. Insieme stavano percorrendo la via ferrata, quando sono stati sorpresi da un forte temporale. Sono intervenuti il soccorso alpino, che ha portato in salvo la donna, e l’Aiut Alpin, che ha recuperato il morto e lo ha trasportato a Canazei.

Schiacciato da un albero sradicato dal vento – Un quarto uomo vittima del maltempo in provincia di Belluno: è morto schiacciato da un albero sradicato dal vento che si abbattuto sui commensali che stavano partecipando a una sagra locale. E’ successo a Marziai, sulla riva del fiume Piave, dove era in corso la sagra del ‘pojat’ a cui partecipavano una ventina di persone. Improvvisamente la zona è stata interessata da un forte vento che ha sradicato molti alberi, anche alti 10 metri, uno dei quali ha travolto la vittima. Gli altri ospiti sono riusciti a salvarsi in tempo.