Il 29 giugno 2017 i membri della band Golden Bomber hanno deciso di cimentarsi con un concerto brevissimo, appena 8 secondi. Se pensiamo che si tratta di una ‘air band‘ dove l’unico ad esibirsi per davvero è il cantante, mentre i musicisti fanno finta di suonare, quello che ha avuto luogo in un quartiere di Tokyo appare quasi una truffa ai fan. Niente di tutto questo, i sostenitori del gruppo sapevano a cosa andavano incontro, tanto che alcuni di loro si sono presentati 6 ore prima dell’inizio. Che è stato anticipato da un conto alla rovescia, i classici 10 secondi, per permettere a tutti di registrare il concerto col proprio smartphone. “Abbiamo spinto per tutti e otto i secondi”, ha dichiarato ironico il cantante, Sho Kiryuin. Ma nonostante l’entusiasmo, non si tratta del record mondiale, già rivendicato da una band che suona ogni singola nota, i White Stripes di Jack White. In un concerto a Newfoundland, Canada, del 16 luglio 2007, White e la collega Meg suonarono una singola nota e un colpo di batteria, non un suono di più. L’esibizione venne menzionata nell’edizione 2009 del libro Guinness World Record. Salvo poi essere rimessa in discussione da quelli del GWR perché il record sarebbe “triviale“, vista la quantità di segnalazioni su “concerti” dove a mala pena gli artisti si mostravano sul palco. “Apprezziamo l’opera di White e speriamo di ospitarlo nel libro dei Guinness per altri tipi di record”, hanno spiegato. Insomma, niente da fare