Una multa da 1 milione di euro. Questa la cifra che la compagnia aerea low cost Vueling dovrà pagare per aver violato alcune norme del Codice del Consumo come rende noto l’Antitrust in un comunicato. Tre le pratiche scorrette rilevate, prima fra tutte quella della gratuità del check-in online” che, promosso ampiamente nel sito internet e nelle comunicazioni inviate dopo la prenotazione di un volo, presentava in realtà alcune condizioni particolari, come l’esaurimento dei posti disponibili, e “richiedeva ai consumatori un importo di circa 15 euro per poter ottenere la carta di imbarco”.

La seconda, prosegue la nota dell’Authority, riguarda la promozione “ambigua e fuorviante” di un buono sconto pari al 25% del costo del biglietto che “non consentiva al consumatore di capire esattamente la reale convenienza dell’acquisto e in particolare l’entità dello sconto di cui avrebbe beneficiato in quanto relativo solo ad una parte del biglietto, ovvero la tariffa base al netto di tasse, spese amministrative e altri oneri”.

Infine, la terza pratica sanzionata riguarda gli ostacoli che Vueling frapponeva tra i passeggeri e l’esercizio dei loro diritti contrattuali in quanto, “per la richiesta di assistenza e di reclamo, induceva il consumatore a rivolgersi ad una numerazione a pagamento, il cui costo poteva arrivare a 15 euro a telefonata, senza informare dell’esistenza nel sito internet di una web form che peraltro, per le sue modalità di utilizzo, specificamente una struttura a percorsi pre-obbligati, non consentiva una completa assistenza”.