Una perdita di gas argon liquido refrigerato è avvenuta intorno alle 17,10 da un treno in transito nella stazione di Monfalcone (Gorizia). La stazione è stata evacuata ed è rimasta chiusa per due ore. La circolazione dei treni sulla linea Venezia-Trieste è stata sospesa e poi è ripresa su entrambi i binari ma molto a rilento. I ritardi hanno raggiunto anche più di un’ora per esempio per il Frecciarossa Trieste-Milano.

Sul posto sono intervenute squadre dei vigili del fuoco di Gorizia e Trieste. La perdita ha interessato l’ultimo carro di coda del convoglio 41853 di RTC-Rail Traction Company, che da Tarvisio (Udine) era diretto alla stazione Campo Marzio di Trieste. Lo si apprende da fonti di Trenitalia. La perdita di gas – si apprende sempre da fonti di Trenitalia – non ha causato alcun ferito. L’argon non è nocivo se respirato in piccole quantità. La sospensione della circolazione ha interessando una decina di convogli. Trenitalia ha attivato servizi sostitutivi con autobus.

Il vagone cisterna è ora in sicurezza. , si sta preparando lo sgombero del vagone-cisterna da cui il gas liquido è fuoriuscito. Si tratta di un’operazione piuttosto delicata e difficile: ci vorranno molte ore. Il gas argon liquido non è infiammabile ma è tossico se viene inalato.