Gli insegnanti sono fondamentali. Sono i meno pagati d’Europa e bisogna rinnovare il loro contratto. Io su questo sono molto impegnata”. Sono le parole del ministro dell’Istruzione, Valeria Fedeli, nel corso di un’intervista a L’Aria che Tira (La7). “Penso che quella dell’insegnante dovrebbe essere una delle professionalità maggiormente pagate di questo Paese” – continua l’esponente Pd, che snocciola anche i meriti del governo Renzi – ” perché hanno in mano il destino e il futuro dei giovani e di tutta la società. Dovrebbero percepire almeno il doppio di quello che prendono ora“. E alla domanda del conduttore, David Parenzo, che gli chiede se, quindi, lo stipendio mensile deve ammontare a 3mila euro mese, Fedeli risponde: “Più o meno”. “Ma è possibile con le casse dello Stato in queste condizioni?”, domanda il giornalista. E il ministro risponde: “No, non è possibile nell’immediato, ma ci si può dare una prospettiva