“Un disastro”. Maurizio Gasparri definisce così un anno di Virginia Raggi e di amministrazione 5 Stelle a Roma. Comitati, associazioni ed esponenti di Forza Italia e della destra romana si sono dati appuntamento sotto il Campidoglio. Nello “spirito goliardico di Pasquino”, il vicepresidente del Senato, insieme a rappresentanti e consiglieri locali, ha svelato “la prima opera pubblica di Roma“: una funivia di cartone su cui campeggia il ritratto della sindaca. “Governare la Capitale non è facile”, dice l’ex primo cittadino Gianni Alemanno. “Ma Raggi non ha proprio toccato palla. Può solo dimettersi. E per noi sì, è un riscatto: con noi si stava meglio, lo dicono le statistiche”. “Bisogna cacciarla”, rincara la dose Alessandra Mussolini.