Jeremy Corbyn, leader dell’opposizione laburista, parteciperà ad una preghiera nella moschea di Finsbury Park, di fronte alle quale, nella tarda nottata di ieri, un furgone si è scagliato sui pedoni, in prevalenza musulmani, provocando la morte di una persona e il ferimento di altre dieci.

Sono completamente sconvolto da questo attacco terribile e crudele alla moschea di Finsbury Park. Sono stato in contatto con le moschee, la polizia e l’Islington Council (il consiglio municipale della zona a Nord di Londra ndr.) – commenta su Twitter il leader dell’opposizione laburista subito dopo l’attacco – I miei pensieri sono con coloro che sono stati colpiti da questo terribile avvenimento“.

L’attacco è avvenuto la notte scorsa (intorno all’una e trenta ora italiana). L’uomo alla guida, un 48enne, è stato arrestato dalla polizia che indaga per terrorismo. Secondo quanto riferito da un testimone, l’aggressore ha cercato di scappare al grido di  “ucciderò tutti i musulmani“. Il Consiglio musulmano britannico ha definito l’attacco, “la manifestazione più violenta di islamofobia” e ha esortato le autorità britanniche a rafforzare la sicurezza intorno alle moschee del Regno Unito