Botta e risposta tra il direttore del FattoQuotidiano.it Peter Gomez e l’ex parlamentare di An Italo Bocchino a Piazza Pulita (La7), coinvolto nelle intercettazioni del caso Consip, in cui gli viene attribuita la frase “l’ ultima volta che ho incontrato Renzi“, attribuita dal capitano del Noe Giampaolo Scafarto all’ imprenditore Alfredo Romeo. Bocchino ribadisce di non conoscere Carlo Russo e che il rapporto con Romeo era di consulenza formale. Gomez contesta all’ex parlamentare di aver avuto rapporti con un imprenditore che ha finanziato la Democrazia cristiana con 5 miliardi: “E’ questo il suo livello di moralità?” chiede il direttore al quale segue l’immediata replica di Bocchino: “Ho fatto il consulente per un imprenditore incensurato e definito corruttore dal suo giornale quando fu arrestato e poi assolto e al quale Il Fatto Quotidiano ha chiesto scusa”. “Bocchino lei non mi convince su una cosa – conclude Gomez, che aggiunge – Ha definito millantatore Carlo Russo. Dopodiché un signore le dice, dagli centomila euro ma a poco a poco fino a che non ti porta la cartuccella così vediamo cosa porta a casa. Un signore di 30 anni che l’unico legame che avesse era con Tiziano Renzi. Lei è troppo furbo per non capire cosa significava tutto questo”.