Prima il furto, poi la fuga in tangenziale a Milano, dove si è scontrato con tre auto della polizia e una dei carabinieri. È accaduto intorno alle 9.50, quando un giovane di 27 anni, evaso dai domiciliari, dopo avere rubato un’auto in Viale Monza, è fuggito a folle velocità in via Palmanova, inseguito da due auto dei carabinieri e da tre della Polstrada. Inseguimento contromano terminato con uno schianto sulla Tangenziale Est tra fuggitivi e auto della polizia e dei carabinieri. Il 27enne è stato arrestato per rapina, resistenza e lesioni e sono rimasti contusi 8 poliziotti, 5 delle volanti e tre per bloccare il giovane.

Il giovane era stato intercettato due ore dopo aver rapinato una vettura, una Peugeot 206, da un’automobilista avvicinato con la scusa di un passaggio in via Amedeo. Dopo è cominciato l’inseguimento. In via Palmanova il giovane ha imboccato la tangenziale est a Cascina Gobba e, con militari e agenti alle spalle, ha percorso circa cinque chilometri contromano. La corsa è finita nel tratto tra viale Forlanini e via Rubattino, dove carabinieri e poliziotti sono riusciti a fermare il fuggitivo. Nel tentativo di sbarrare la strada al ladro, tre auto della polizia e una dei carabinieri sono state distrutte nello schianto.

Nell’incidente è rimasto coinvolto anche un furgone e sul posto sono intervenute anche tre ambulanze. Per il ladro, invece, sono scattate le manette. L’inseguimento e l’incidente hanno mandato in tilt per alcune ore la circolazione sulla tangenziale Est, con code in entrambe le direzioni nel tratto tra San Donato e Rubattino. Intorno alle 14, però, la situazione è tornata alla normalità dopo che i veicoli sono stati rimossi.