Il gruppo dei fuorusciti dal Pd prende forma in Parlamento. Oggi si sono riuniti per la prima volta alla Camera i deputati di “Articolo 1-Movimento democratico e progressista” – questo lo sterminato nome in forma integrale. Ne fanno parte 37 deputati tra ex Pd e ex Sel che hanno votato all’unanimità Francesco Laforgia, ex democratico, come capogruppo di Montecitorio. I suoi vice saranno Ciccio Ferrara (ex vendoliano che sarà vicario), Delia Murer e Lara Ricciatti, mentre il tesoriere sarà Danilo Leva.

Al Senato l’annuncio della nascita del gruppo è stato fatto invece dalla presidenza. La capogruppo è Cecilia Guerra, ex viceministro nel governo Letta, mentre il tesoriere sarà Federico Fornaro. Gli altri componenti che nasce a sinistra del Pd sono il viceministro dell’Interno Filippo Bubbico, Maria Grazia Gatti, Lodovico Sonego, Miguel Gotor, Doris Lo Moro, Carlo Pegorer, Lucrezia Ricchiuti, Maurizio Migliavacca, Nerina Dirindin, Paolo Corsini, Felice Casson, Manuela Granaiola.

A Montecitorio la riunione di Mdp alla Camera è stata aperta da un intervento del leader Roberto Speranza: “Dobbiamo aggredire il grande spazio politico esistente – ha detto – Molte adesioni sono arrivate in queste ore. La forza dei nostri gruppi parlamentari è uno dei punti di partenza. Dobbiamo costruire insieme il progetto politico da far vivere fuori, nel Paese”. “Restituiremo a tantissimi elettori del centrosinistra la voglia di tornare a fare politica” ha concluso.

Chi sono i capigruppo – Laforgia
Pugliese di Grumo Appula, 37 anni, Laforgia a Montecitorio fa parte della commissione Bilancio. Bocconiano, laureato in Discipline Economiche e Sociali con  specializzazione in economia dell’innovazione, Laforgia ha lavorato per 5 mesi ad Haifa, in Israele, ad un progetto culturale dell’ambasciata italiana. Ha vissuto per quasi un anno in America Latina. Laforgia ha conseguito anche il dottorato in Economia della Produzione e dello Sviluppo all’Università dell’Insubria di Varese. Dal 2010 al 2013 è stato coordinatore cittadino del Partito Democratico a Milano. Laforgia ha ricevuto anche il “buon lavoro” del collega del Pd Ettore Rosato. “Amarezza per gli amici che hanno lasciato il gruppo e il partito nato per unire riformismo italiano”.

Chi sono i capigruppo – Guerra
Maria Cecilia Guerra, modenese di Nonantola, 59 anni, è un’economista. Durante il governo Monti è stata sottosegretaria al Lavoro, nel successivo governo Letta ha ricoperto il ruolo di viceministro sempre al Lavoro, ma anche con la delega per le Pari opportunità. Laureata a Modena, ha conseguito il master a Cambridge, mentre dal 1983 al 1987 ha svolto il dottorato in Economia Politica istituito dal consorzio delle università di Bologna, Modena, Padova e Venezia. Dal 1990 per cinque anni ha insegnato alla Bocconi, successivamente all’università di Modena, dove ancora insegna. In Parlamento è entrata per la prima volta nel 2013 con le primarie di partito.

Marcon capogruppo di Sinistra Italiana 
Dopo i vari movimenti tra i gruppi del centrosinistra e la nascita di Sinistra Italiana, ora il gruppo ex Sel ha eletto il nuovo capogruppo alla Camera, Giulio Marcon, molto impegnato soprattutto sui temi del disarmo e della pace. La vicepresidente è Serena Pellegrino, la segretaria Monica Gregori (ex Pd, vicina a Stefano Fassina) e il tesoriere è Giovanni Paglia. Al Senato, come in precedenza, non esiste un gruppo autonomo di Sinistra Italiana che invece è inserita nel Misto, del quale Loredana De Petris (esponente di Si) è capogruppo.