La prima eclissi solare del’anno sarà anulare: un cerchio di fuoco domani apparirà nel cielo. La Luna non riuscirà a oscurare completamente il Sole, che apparirà come un sottile cerchio luminoso. Il fenomeno non sarà però visibile dall’Italia, ma si potrà osservare molto bene dal Sudamerica, nel sud del Cile e dell’Argentina, e dall’Africa, in Angola e Zambia. L’eclissi durerà complessivamente 2,5 ore, inizierà alle 13.23 italiane e terminerà alle 15.54 italiane, con il momento di massimo oscuramento atteso per le 14.36 italiane, quando per un solo minuto il Sole si vedrà appunto come un anello di fuoco. Non molto, pensando al record del 14 dicembre 1955, quando la Luna si stagliò contro il disco del Sole per 12 minuti e 9 secondi, aggiudicandosi il primato dell’eclissi più lunga del secondo millennio.

Sebbene non visibile dall’Italia, sarà possibile osservare l’eclissi in diretta sul canale Ansa Scienza e Tecnica grazie allo streaming organizzato in Cile dalla Fondazione Vive Chile. Questo sarà solo il primo assaggio di eclissi dell’anno. Ad agosto infatti ce ne saranno altre due, una lunare parziale e una totale solare. “L’eclissi totale di Sole è prevista per il prossimo 21 agosto e sarà un evento epocale, visibile però solo negli Stati Uniti, da nord-ovest e sud-ovest. Molti italiani si stanno già organizzando per viaggiare negli Stati Uniti in quella data per osservare il fenomeno”, spiega Paolo Volpini, dell’Unione astrofili italiani (Uai). L’eclissi di Luna, “che sarà parziale – conclude – sarà il 7 agosto, e sarà visibile anche in parte dell’Europa. Bisognerà aspettare invece gennaio 2018 per osservare un’eclissi totale di Luna”.