Nove mesi dopo la storica vittoria della Premier League finisce la favola di Claudio Ranieri al Leicester. Il tecnico romano è stato esonerato questa sera. A comunicarlo è il club inglese sul sito ufficiale. “Questa sera il Leicester City Football Club ha interrotto il rapporto con il suo allenatore della prima squadra”, si legge nel comunicato delle Foxes che poi ripercorrono i successi di Ranieri alla guida del club.

“Claudio – si legge – è stato nominato manager del nel luglio 2015 portando le Foxes a raggiungere il più grande trionfo in 133 anni di storia del club quando la scorsa stagione siamo stati incoronati campioni d’Inghilterra per la prima volta. Il suo profilo è senza dubbio quello del tecnico di maggior successo di tutti i tempi del Leicester. Tuttavia, i risultati raccolti quest’anno nella stagione in corso hanno posto il club campione in una situazione di pericolo, e per ciò il consiglio a malincuore ha ritenuto che un cambio della guida tecnica, sicuramente doloroso, sia necessario per l’interesse del club. È stata la decisione più dura di questi ultimi 7 anni da quando la King Power detiene la proprietà del club – ha aggiunto il vicepresidente Aiyawatt Srivaddhanaprabha – ma gli interessi a lungo termine del club devono essere anteposti ai sentimenti personali, non importa quanto questi possano essere forti. Saremo sempre grati a Claudio”.

Ranieri paga la disastrosa posizione in classifica della squadra, quartultima e a un solo punto dalla retrocessione in Championship, già eliminata dalla Fa Cup e sconfitta ieri sera per 2 a 1 a Siviglia nell’andata degli ottavi di Champions League. A segnare il gol delle Foxes, il primo del 2017 in tutte le competizioni, il centravanti Jamie Vardy su assist di Danny Drinkwater: due degli artefici della vittoria del campionato nel 2016, completamente irriconoscibili nella stagione in corso. Le tempistiche dell’esonero – arrivato prima della partita di ritorno degli ottavi di Champions e quindi con il Leicester ancora in corsa per qualificarsi ai quarti- fanno pensare ad una sommossa dello spogliatoio contro l’allenatore italiano. Secondo alcuni rumors pubblicati dai giornali nelle scorse settimane, infatti, ci sarebbe stata una vera e propria rottura tra Ranieri e i senatori della squadra: una guerra ora approdata all’esonero del tecnico. La preparazione del prossimo match di campionato contro il Liverpool sarà affidata al vice Craig Shakespeare che insieme a Mike Stowell guiderà la prima squadra in attesa della nomina del nuovo allenatore. Lasciano invece il club i collaboratori italiani del tecnico romano Paolo Benetti ed Andrea Azzalin.