Una ragazza di 17 anni, mentre era bordo dell’autovettura guidata dal padre, si è slacciata la cintura di sicurezza, ha aperto lo sportello e si è lanciata in strada mentre sullo stesso senso di marcia transitava un autoarticolato che l’ha travolta e uccisa sulla Cassanese, a Segrate (Milano). Sul posto sono intervenuti i carabinieri. Il camion non si è fermato.

La ragazza è stata travolta dalle ruote posteriori del camion e quindi, secondo le forze dell’ordine, l’autista del mezzo potrebbe anche non essersi accorto di quanto successo e per questo ha proseguito la sua marcia. L’incidente è avvenuto alle 17.50. In macchina c’erano solo il padre di 56 anni e la figlia, residenti a Pozzuolo Martesana (Milano). Sul posto anche gli uomini della Polizia locale che stanno effettuando i rilievi. L’autista del tir è al momento ricercato. Il padre, spiegano i carabinieri, è stato portato in ospedale sotto choc, in attesa di poter raccogliere la sua testimonianza. I militari dell’Arma stanno passando al vaglio la vita della ragazzina, che nel 2017 avrebbe compiuto 18 anni, per capire cosa l’ha portata a togliersi la vita.

È stato il 56enne a chiamare i soccorsi dopo aver fermato la macchina sulla corsia d’emergenza. Inutile l’intervento del 118. Gli investigatori stanno visionando le telecamere per ricostruire quanto è accaduto. Ma sulla volontarietà del gesto non ci sono dubbi: padre e figlia, a quanto pare con problemi psichici, stavano tornando a casa e non ci sarebbero stati particolari litigi tra i due.