Donald Trump? Si è detto che assomiglia molto al M5S. In realtà, se si guardano i programmi, non è affatto così”. Parola della giornalista Paola Tommasi, unica italiana nello staff del neo-presidente degli Usa, Donald Trump. Ospite di Otto e Mezzo (La7) l’ex collaboratrice del capogruppo di Forza Italia alla Camera, Renato Brunetta, spiega: “I grillini propongono la patrimoniale, Trump invece vuole l’abbattimento delle tasse e in particolare della tassa di successione. I grillini propongono il reddito di cittadinanza, mentre Trump non vuole neanche sentir parlare di salario minimo, perché pensa che debbano essere le leggi di mercato a definire tutto. Io trumpiana? Mi reputo una ragazza di buon senso. Ho letto i programmi” – continua – “e combaciavano con le mie idee. Chi voterei ora in Italia? Quello che ho sempre votato: Forza Italia. E voterò sempre questo partito. Trump in confronto a Berlusconi mi sembra addirittura più vecchio. Berlusconi è capace di rinnovarsi sempre e le cose di Trump le aveva già dette tempo fa”. Tommasi poi si rende protagonista di un battibecco con la conduttrice, Lilli Gruber, a proposito della diffusione di “fake news” sul tycoon: “Hanno scritto che dopo le 18.30 Trump gira nella Casa Bianca in accappatoio e guarda la tv. Non è vero. Così come è falso che voglia spostare la Statua della Libertà. E anche sul Muslim Ban sono state scritte delle inesattezze”