Una lunga notte di scosse ha di nuovo fatto tremare il Centro Italia. E sono state almeno 25, di magnitudo superiore a 2.0 e segnalate dall’Ingv (l’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia) tra l’1 e le 7 del mattino. Il maggior numero (22) ha colpito la provincia di Macerata, dove alle 4.47 si è registrato un sisma di magnitudo 4.0 e alle 5.10 un’altra scossa di magnitudo 4.4, entrambe a una profondità di 6 chilometri, con epicentro a 2 chilometri da Monte Cavallo. Quindi, alle 6.40 un altro terremoto di magnitudo 3.8 ha colpita la stessa zona, con profondità di 8 chilometri.