Alzi la mano chi ha pensato, almeno una volta, di installare il fotovoltaico in casa per il proprio fabbisogno energetico. Ebbene, in Francia sono andati molto oltre: il ministro dell’ambiente Ségolène Royal qualche giorno fa ha inaugurato il primo tratto stradale europeo a pannelli solari a Tourouvre-au-Perche, un paesino della Normandia che conta 3.400 abitanti.

Si tratta, nondimeno, ancora di un esperimento, visto che la porzione stradale ricoperta dai pannelli solari (in totale 2.880, rivestiti da resine ad alta resistenza per sopportare la mole dei mezzi pesanti) è lunga un chilometro ed è limitata ad una sola corsia. L’investimento è stato in ogni modo cospicuo, visto che parliamo di oltre cinque milioni di euro.

I tecnici francesi stimano che il tratto venga percorso da circa duemila veicoli al giorno, e che l’energia prodotta in un anno superi i 280 megawattora. Quanto basta, secondo i calcoli, per alimentare pali della luce e illuminazione pubblica in generale.

Dicevamo prima che si tratta di un esperimento. In effetti la durata dei test in Normandia sarà di due anni. Dopodiché, se i risultati saranno soddisfacenti, l’idea (e il progetto) è quella di “ricoprire” altre superfici stradali e autostradali francesi, per un totale di mille chilometri.