“Raffaele Marra mi ricattava? Non è vero”. Ai microfoni del fattoquotidiano.it, il sindaco di Roma Virginia Raggi smentisce di essere stata ricattata dal suo ex braccio destro, capo del personale del Campidoglio e per mesi vicecapo di gabinetto, poi finito in manette, così come ricostruiva Rodolfo Murra, ex capo dell’avvocatura del Campidoglio. “Se temo di più l’interrogatorio di Marra o l’esposto dell’ex capo di gabinetto Carla Raineri? Nessuno dei due”, taglia corto la sindaca pentastellata, uscendo dalla Messa di Natale celebrata a pochi passi dal Campidoglio, alla Chiesa dell’Ara Coeli