Il traffico provoca inquinamento, dunque malattie, e trovarcisi in mezzo per diverse ore al giorno è pure fonte di stress per chi guida. Come se non bastasse, poi, costa pure caro dal punto di vista strettamente economico. Soprattutto alle aziende operanti nelle 14 città più congestionate del nostro Paese, che secondo una ricerca condotta da TomTom Telematics sui dati relativi al 2015 perdono qualcosa come 560 milioni di euro all’anno.

Basandosi su un indice che misura il livello di traffico sulle strade, si è calcolato che il tempo complessivo passato in auto è cresciuto del 26% a causa di code e ingorghi. Il che, facendo riferimento ai 620 mila veicoli commerciali che si muovono nelle città italiane, significa un costo di 3,23 euro ciascuno ogni giorno.

Ovviamente, gli agglomerati urbani maggiormente interessati sono quelli tradizionalmente più oppressi dal traffico. Roma, ad esempio, da sola fa registrare una perdita per le aziende di 218 milioni di euro, a causa di un tempo extra di viaggio di 158 ore all’anno. Seguono Milano, dove si perdono 80 milioni di euro, e Napoli, a quota 48 milioni.

La situazione più difficile, a livello regionale, pare tuttavia essere quella della Sicilia. Palermo, Messina e Catania messe insieme, hanno fatto registrare 75 milioni di euro persi a causa del tempo aggiuntivo passato sulle strade a causa del traffico.

Aggiornato da redazione web alle 15.30 del 24-11-2016