Scambio di battute polemiche tra il sindaco di Napoli Luigi De Magistris e il giornalista dell’Unità Mario Lavia a In Onda (La7), dopo che l’ex magistrato ha dichiarato di aver fatto una delibera di giunta per sostenere la campagna referendaria per il No: “E’ come se il governo facesse una legge per votare Si – è l’attacco polemico di Lavia – la delibera è un po’ da Sud America, ed è illegittimo perché la giunta non è un partito politico”. “Se mi vuole arrestare per quella delibera io sto qua”, ribatte De Magistris che continua: “Io credo che sia illegittimo quello che il governo sta facendo”. A difesa dell’operato del sindaco di Napoli interviene la costituzionalista Lorenza Carlassare: “Io trovo molto più sconcertante e illegittimo che ci si schieri il Governo, perché è il governo che non dovrebbe entrare nella riforma costituzionale – spiega – E’ molto contrario ai principi della costituzione già che il governo non solo si schieri, ma che presenti la proposta, che l’abbia seguita in parlamento stroncando i dibattiti, per la paura di non riuscire. Sarebbe bello che ogni maggioranza si cambiasse la sua costituzione? questo non si vuole e per questo sono stati messi i due terzi. Era spaventosa quell’aula semivuota, è sta in’impressione squallida di un gruppo di potere che vuole assolutamente prevaricare