Amber Wolf, la giudice donna che una settimana fa aveva condannato il trattamento disumano riservato ad una detenuta, torna nuovamente a far parlare di sé. Durante un’udienza nella stessa aula di tribunale del Kentucky, la Wolf ha fatto uno strappo alla regola, consentendo a un detenuto di incontrare per la prima volta il suo bambino nato soltanto un mese prima. James Roeder e sua moglie Asheley sono coimputati nello stesso caso di furto con scasso ed era stato predisposto che tra i due non ci fosse nessun contatto. Per questo motivo James, prima di allora, non aveva potuto vedere il neonato. “Visto che il tuo avvocato non è ancora arrivato, non voglio che tu dica niente sul caso”, ha esordito la Wolf riferendosi all’imputato Roeder. E hai poi continuato: “Ma capisco che c’è la possibilità di vedere per la prima volta il tuo bambino di un mese che non hai ancora conosciuto, giusto?”. “Sì signora”, risponde l’uomo. Così il giudice ha invitato la signora Roeder, lì presente in aula con in il suo bambino, ad avvicinarsi al banco degli imputati per consentire al marito di prendere in braccio suo figlio