Michelangelo Abbate, 77 anni, è morto questa mattina a causa di un incendio divampato a Palermo, in corso del Mille, dove è andato in fiamme il suo negozio e l’abitazione che si trova al piano di sopra. L’uomo, titolare di una cartoleria e sanitaria, quando è divampato il rogo (secondo la polizia che indaga è avvenuto per cause accidentali, forse un corto circuito), si trovava nel negozio insieme al figlio. Abbate si è, quindi, precipitato nell’appartamento di famiglia al primo piano per soccorrere la moglie, ma è rimasto intrappolato nelle fiamme alte, alimentate da alcuni prodotti altamente infiammabili della cartoleria-sanitaria, e per lui non c’è stato nulla da fare. La donna è rimasta ferita e condotta all’ospedale Civico. Il figlio della coppia ha, invece, bruciature alle mani