Si è presentato sulla scena del delitto munito anche di un’arma di riserva così da essere sicuro di non mancare l’obiettivo il killer di Francesco Dileo, ucciso in piazza Marina, nel mercato ittico di Barletta, la mattina del 3 luglio scorso. E’ quanto ritengono i carabinieri del Comando provinciale di Bari che indagano a 360 gradi per scoprire gli autori dell’omicidio e hanno anche diffuso le immagini del video del delitto. Non vi sono dubbi sulla premeditazione del killer. Mentre gli investigatori non escludono che Dileo possa essere stato ucciso per sbaglio in un regolamento di conti che avrebbe avuto per bersaglio un’altra persona, legata alla criminalità. Agghiaccianti i particolari dell’azione criminale che vedono la presenza di almeno due uomini, giunti a bordo di una Fiat punto di colore grigio. Uno è alla guida mentre l’altro, completamente mascherato in volto, si dirige all’inizio verso una rivendita di pesce e poi, dopo aver compreso di aver sbagliato locale, verso un’altra rivendita. L’uomo, quando scende dalla vettura, è armato di fucile, ma questo si inceppa, e allora dall’auto tira fuori una pistola semiautomatica e spara all’impazzata all’interno dell’esercizio commerciale