“Papà, tu sei il mio eroe, il mio migliore amico e il futuro presidente degli Stati Uniti”. Così Eric Trump, figlio trentaduenne di Donald, dal palco della convention repubblicana di Cleveland. Il figlio del tycoon in un discorso applauditissimo dalla folla, ha chiesto di votare “per un candidato che non è mai stato un politico, che non ha mai ricevuto uno stipendio dal governo e che non ha bisogno di questo lavoro”. Poi aggiunge: “Io voterò per un candidato che non può essere comprato, venduto, corrotto, costretto o intimidito”