Le domande sulle frasi dell’ad di Enel Francesco Starace sui “funzionari contrari al cambiamento”, che hanno sollevato parecchie polemiche, non sono ammesse al convegno Enel sul futuro sostenibile all’Auditorium di viale Regina Margherita a Roma. “Su sostenibilità sì, ma non parlo di altro”, afferma il direttore Italia di Enel, Carlo Tamburi. E gli addetti stampa si infuriano con il Fatto Quotidiano. “Siete scorretti come sempre, non è una novità, le domande si concordano con l’intervistato – dichiara uno degli addetti stampa -, avete detto che eravate interessati alla sostenibilità”. Ermete Realacci (deputato Pd), presidente della Commissione Ambiente alla Camera, ai nostri microfoni sulla polemica con l’ufficio stampa ci tiene a dire la sua: “E’ il loro mestiere, devono fare così”. Poi aggiunge: “Sono state estrapolate alcune frasi di Starace. Se da questa intervista taglia una parte, anch’io potrei passare per Jack lo squartatore, non era un intervento contro i dipendenti, ma – continua – rivolto ai centri di potere interni da sradicare per rilanciare un’azienda che guarda alle rinnovabili e non alle centrali nucleari e a carbone. Starace sta andando nella direzione giusta, io apprezzo più questa Enel che quella del passato”