Questa mattina all’alba è iniziato lo sgombero del campo profughi di Idomeni. Al momento al confine greco-macedone ci sono oltre 8mila richiedenti asilo in attesa di continuare il viaggio verso il nord Europa. I primi trasferimenti sono avvenuti pacificamente, i profughi vengono trasporti in bus verso altri campi allestiti dal governo di Alexis Tsipras, dove avranno la possibilità di completare le procedure per ottenere l’asilo politico. Oggi in Grecia ci sono oltre 54mila rifugiati bloccati dalla chiusura della rotta balcanica, la maggior parte sono alloggiati in strutture statali. Lo sgombero di Idomeni continuerà per diversi giorni e per ora le autorità greche non permettono l’accesso di alcun media internazionale, gli unici giornalisti che possono assistere allo sgombero sono quelli di Ert, tv pubblica greca  di Cosimo Caridi