Decisione per certi versi clamorosa della Red Bull: via Danil Kvyat a partire dal prossimo Gp di Spagna, in programma nel week end del 13-15 maggio, sostituito dal diciottenne olandese Max Verstappen, già pilota della Toro Rosso, team con sede a Faenza e satellite della scuderia di Milton Keynes.

La decisione della Red Bull è stata annunciata oggi e rappresenta una vera e propria punizione nei confronti del russo, colpevole soprattutto del doppio tamponamento al ferrarista Sebastian Vettel nell’ultimo Gp di Russia lo scorso 1 maggio oltre che di un deludente avvio di stagione, con solo 21 punti raccolti in quattro gare. Verstappen affiancherà l’australiano Daniel Ricciardo mentre il russo correrà insieme allo spagnolo Carlos Sainz alla Toro Rosso. “Max ha dimostrato di essere un giovane dal talento eccezionale”, ha affermato Chris Horner, team principal della Red Bull, evidenziando uno dei motivi alla base della sostituzione. “Il suo rendimento alla Toro Rosso – ha aggiunto Horner riferendosi al giovane promettente pilota – finora è stato impressionante e siamo contenti di dargli l’opportunità di guidare per la Red Bull. Siamo nella posizione unica di avere sotto contratto a lungo termine sia i piloti Red Bull che quelli della Toro Rosso, quindi abbiamo la flessibilità per spostarli tra le due squadre”.

Riguardo alla ‘retrocessionè del russo al team di Faenza, per il quale ha corso già due stagioni nel 2013 e 2014, Horner si limita a dire che “Dany sarà in grado di proseguire il proprio sviluppo alla Toro Rosso, in una squadra che gli è familiare, potendo così ritrovare la forma migliore e di mostrare il suo potenziale”.