A Guerra fredda seppellita inizia anche una nuova era turistica fra Cuba e Stati Uniti. Per la prima volta da decenni, una nave carica di turisti ha salpato da un porto americano, da Miami, per una storica crociera di sette giorni a Cuba: rotta sull’Avana e soste anche a Cienfuegos e Santiago.

Si tratta della Adonia, della Carnival, che ha annunciato di avere in programma crociere ogni due settimane da Miami a Cuba, facendo seguito all’impegno dell’amministrazione Obama di incrementare il turismo verso l’isola dei Caraibi dopo la decisione del 17 dicembre 2014 di ristabilire relazioni diplomatiche tra Washington e l’Avana e la riapertura dell’ambasciata il 14 agosto dell’anno scorso.

A bordo, tra i 704 passeggeri, ci sono anche diverse persone nate a Cuba. All’inizio, la Carnival aveva fatto sapere che non avrebbe imbarcato turisti di origine cubana, a causa del divieto imposto dall’Avana alle persone nate a Cuba di arrivare sull’isola dal mare. La comunità cubana in America ha però reagito avviando una causa per discriminazione e la compagnia aveva annunciato che avrebbe fatto rotta verso l’Avana solo quando tale divieto fosse stato revocato, cosa avvenuta lo scorso 22 aprile.