L’ex calciatore ed allenatore Johan Cruyff è scomparso a 68 anni nella sua casa di Barcellona, stroncato da un tumore ai polmoni. La notizia è stata diramata dal sito della sua fondazione World of Cruyff. Il giocatore olandese, si legge online, è morto “in pace circondato dalla sua famiglia dopo una dura battaglia contro il cancro. E’ con grande tristezza che vi chiediamo di rispettare la privacy della famiglia in questo momento di dolore”. Come scrive il Guardian, Cruyff aveva rivelato di essere malato lo scorso ottobre, ma appena un mese fa aveva detto di essere in vantaggio “2-0” sulla malattia.

E’ stato un fumatore accanito fino al 1991, quando si sottopose a un intervento cardiochirurgico. Il suo nome è sempre legato insieme a quelli di Alfredo di Stefano, Diego Maradona e Pelé nel dibattito eterno su chi sia stato il miglior giocatore nella storia. Da calciatore ha ottenuto i maggiori successi con le maglie dell’Ajax Amsterdam e del Barcellona.

Con la squadra olandese ha vinto tre Coppe dei Campioni consecutive tra il 1971 e il 1973 prima di passare in blaugrana, dove è diventato un punto di riferimento prima in campo e poi in panchina, conquistando da tecnico la prima Champions League nella storia del club catalano nel 1992. Con la nazionale olandese Cruyff ha raggiunto due finali mondiali consecutive nel 1974 e nel 1978 perse contro Germania dell’Ovest e Argentina.

Nel corso della sua carriera ha vinto tre Palloni d’oro: nel 1971, nel 1973 e nel 1974 e insieme a Michel Platini e Marco van Basten è il giocatore che ne ha vinti di più nella storia. Inoltre – riporta Wikipedia – è uno dei sei allenatori ad aver vinto la Coppa dei Campioni dopo averla vinta da giocatore: detiene il record con Miguel Muñoz, Giovanni Trapattoni, Josep Guardiola, Frank Rijkaard e Carlo Ancelotti.

In memoriam: Johan Cruyff 1947-2016On March 24 2016 Johan Cruyff (68) died peacefully in Barcelona, surrounded by his…

Pubblicato da Johan Cruyff su Giovedì 24 marzo 2016

L’Ajax dice addio al giocatore in un tweet in cui lo definisce “il più grande giocatore nella storia dell’Ajax” e porge “le condoglianze alla famiglia per questa grande perdita”. Il Barcellona, invece, squadra che ha allenato dal 1988 al 1996 vincendo una coppa delle coppe e una Coppa dei Campioni, scrive: “Ti ameremo sempre Johan. Riposa in pace”. Parlando di lui a RaiNews24Gianni Rivera, ex campione del Milan e Pallone d’Oro nel 1969, ha detto: “Lui è stato uno dei più grandi giocatori in assoluto in un’Olanda particolarmente fortunata. Insieme a lui c’erano dei grandi, lui regalava il massimo dell’espressione tecnica. Era tra quelli che si liberavano più facilmente delle marcature con tecnica e velocità, oltre ad una discreta forza fisica“. “Io in campo l’ho incontrato una sola volta, ma si capiva che era una grande persona oltre che un grande giocatore. Cruijff allenatore? Uno che fa l’allenatore e vince qualcosa ha fatto sicuramente bene, perlomeno non ha fatto danni”.