A guardarlo non sembra un ultracentenario né che abbia visto e vissuto l’orrore. Israel Kristal, 112 anni e 178 giorni, è entrato nel Guinness dei primati. E la consegna dell’attestato per questo signore polacco nato a Zarnow e ora residente ad Haifa è stato un evento speciale. Perché l’uomo più vecchio del mondo è un sopravvissuto di Auschwitz.

Kristal nato il 15 settembre 1903 ha superato due Guerre mondiali e ha perso la moglie e due figli durante la Shoah. Sopravvissuto ai lavori forzati nel campo di concentramento nazista, si è trasferito in Israele dove ancora vive.

Holocaust survivor Israel Kristal now holds the record title of world’s oldest living man https://t.co/m3ZZonPmtv pic.twitter.com/kzUR3rx6Fu

“Non conosco il segreto per vivere a lungo. Credo che tutto sia deciso dall’alto e non ne conosceremo mai le ragioni – ha detto l’anziano signore -. Ci sono stati uomini più furbi, più forti e più belli di me che non ci sono più. Tutto ciò che dobbiamo fare è lavorare il più duramente che possiamo e ricostruire ciò che è perduto”.

Israel, di mestiere pasticcere, aveva continuato a lavorare nel ghetto fino a quando poi – come racconta il Guardian – fu deportato nel lager dove perse la moglie. Quando fu salvato nel 1945 pesava solo 37 chili. Unico superstite della sua famiglia all‘Olocausto. E dal 1950 vive in Israele con la sua seconda moglie e il loro figlio.

Con questa incredibile storia però non la persona più anziana del mondo. Che è invece una donna: Susannah Mushatt Jones, americana nata il 6 luglio 1899, che oggi ha quindi 115 anni e 249 giorni.

Foto da Twitter