Antonio Bassolino ha consegnato personalmente alla Commissione organizzatrice delle primarie per il Comune di Napoli il suo secondo ricorso. Appena arrivato nella sede provinciale del Pd si è fermato con i giornalisti che lo attendevano. “I risultati sono stati viziati da gravi irregolarità e – ha ribadito l’ex governatore della Campania –  spero che a livello locale si rinsavisca e ci sia il doveroso accoglimento di un ricorso fatto nell’interesse del Pd”. Bassolino commenta anche l’altro ricorso, quello presentato a sorprese dalla candidata renziana vincitrice delle primarie, Valeria Valente. “Se ha presentato anche lei il ricorso – spiega Bassolino – vuole dire che ha cambiato linea, ma è anche la dimostrazione che diverse cose non siano andate bene ai seggi”. L’ex governatore dopo aver parlato con i cronisti va poi a consegnare il ricorso, ma sembra non conoscere la sede provinciale del Pd. Appena giunto davanti alla porta sono i suoi collaboratori ad indicargli dove bussare e, all’uscita, si stupisce quando si rende conto che nel palazzo c’è anche il dentista della moglie