“Io ritengo che la rottura a sinistra di cui ho parlato più volte, una rottura anche anche sentimentale testimoniata dalla crescita enorme dell’astensionismo, rischia di far perdere le elezioni, perché i voti che porteranno Verdini e Alfano non compenseranno quelli che perderemo“. Lo ha detto Massimo D’Alema a margine di un convegno a Roma commentando le reazione alla sua intervista pubblicata dal Corriere della Sera. Poi, alla domanda se lascerà il Pd, D’Alema risponde: “I giornali scrivono cretinate, ecco perché non li leggo”. E sul suo ruolo nel partito dice: “Io sono iscritto al Pd, però nel Pd non c’è nessuna battaglia, perché non c’è nessuna discussione politica, nessun luogo dove si discute veramente di politica. Io al massimo posso andare al mio circolo dove sono iscritto ed esprimere la mia opinione. Dopo di che io faccio un altro lavoro”. Infine, sulla candidatura di Roberto Giachetti a sindaco di Roma commenta: “Penso che la città avrebbe bisogno di una personalità più forte dopo le vicende drammatiche che ha vissuto”