Arrivando al parco dei Principi a Roma per partecipare all’Assemblea Nazionale del Partito Democratico, la senatrice Monica Cirinnà rifiuta domande: mano davanti la bocca, nessuna risposta ed entra nell’hotel: “Non parlo”. Per quanti vedevano nell’assemblea un’occasione per sciogliere i nodi interni al partito sul ddl Cirinnà, la giornata parte in salita