Giorgio Napolitano finisce nel mirino dei senatori M5S durante il dibattito sulle unioni civili. Succede poche ore dopo la comunicazione della stretta del presidente del Senato Pietro Grasso circa l’obbligo per i parlamentari che si assentano di non lasciare il tesserino per le votazioni elettroniche inserito nello scranno. Ma il senatore pentastellato Vincenzo Santangelo ha pizzicato proprio la postazione vuota del presidente emerito della Repubblica: “C’è la tessera del presidente Napolitano, ma il presidente non c’è.”. A quel punto è stato Pier Ferdinando Casini, presidente di quella commissione Esteri di cui Napolitano è componente, a ritirarla e a consegnarla ad un assistente parlamentare  di Mauro Episcopo