La guardia di finanza si Cosenza ha sequestrato 500.000 vestiti di carnevale destinati alla libera vendita e ritenuti pericolosi per il consumatore. L’operazione, denominata China-Carnival, ha permesso di individuare società gestite da cittadini cinesi che si apprestavano ad immettere sul mercato migliaia di costumi confezionati in Asia in barba alle normative comunitarie