Le primarie del Pd per la scelta del candidato sindaco di Milano sono entrate nel vivo. Si voterà il 6 e 7 febbraio, in lista quattro candidati: Francesca Balzani, Pierfrancesco Majorino, Giuseppe Sala e Antonio Iannetta. L’ex commissario di Expo è considerato il candidato più idoneo ad attrarre il consenso dei cittadini esterni al partito. Ma è davvero lui il favorito alle primarie, competizione che abitualmente attrae gli elettori più motivati? Sembrerebbe di sì, almeno a sentire le voci raccolte per strada a Milano dopo le prime due settimane di campagna elettorale. “Ha dato un’ottima prova di sé con l’Expo, può fare bene anche il sindaco“, questa è una delle risposte ricorrenti. C’è tuttavia chi preferisce una candidatura politica nel segno della continuità. Candidati come Majorino e Balzani che “hanno già fatto esperienza di amministratori pubblici nella giunta Pisapia“. E chi, invece, sostiene che sarà proprio la divisione dell’elettorato di partito tra i due attuali assessori a favorire Sala: “Sarebbe bene che uno dei due facesse un passo indietro“. E voi come la pensate? E’ Beppe Sala l’uomo da battere alle primarie di Milano? di Piero Ricca, riprese Ricky Farina