Se non fosse uno scherzo, sarebbe stata (sulla carta) la festa dell’anno: 17mila adesioni (finora) e 41mila persone interessate a partecipare al “Capodanno alternativo all’autogrill di Rovigo“. Quando quattro amici del polesine hanno deciso di creare l’evento su Facebook, pensavano di fare uno scherzo per amici e conoscenti. Ma il successo è stato tale che è dovuta intervenire la polizia: prima Giorgia Furlanetto e Fulvio Cavicchi sono stati convocati in Questura, poi è stata organizzata una conferenza stampa per annunciare “che all’autogrill Adige Est non è in programma nessuna festa organizzata”. Il timore delle forze dell’ordine era che migliaia di persone si spostassero verso il luogo che non ha un parcheggio attrezzato per così tante automobili.

Il messaggio che nel giro di pochi giorni è diventato virale in rete recitava: “Stanchi del solito e noioso Capodanno? Quest’anno volete trascorrere il 31 dicembre in modo davvero originale? Vieni con noi all’autogrill. Cibo fantastico da autostrada. Potremo fare il trenino tutti insieme con musica a palla sul piazzale. Lascia i tuoi amici fighetti in qualche tristissima disco, vieni con noi all’Autogrill! Costa solo il pedaggio autostradale!”.

Dopo l’intervento delle forze dell’ordine è stata Giorgia Furlanetto ad annunciare sull’evento Facebook che la festa non ci sarà: “Vorrei rassicurarvi su un punto”, ha scritto in un post. “Nessuna volante è venuta a prelevarci per portarci in Questura. Sarebbe stato fichissimo girare per Rovigo con la super sirena blu, accusati di diffusione di sfigatissime idee per Capodanno ai sensi dell’art. 457 del Codice Penale di Paperopoli”. E ha poi concluso: “Come già chiarito in altro post, in Questura ci siamo andati per la conferenza stampa. Ciò premesso, mi par doveroso far comunque i miei migliori auguri di buone feste e felice anno nuovo al personale Autogrill di Rovigo, ai giornalisti (nonostante le foto orribili scattate) e ovviamente a tutti voi, al partito del Camogli che attualmente ha la maggioranza in Parlamento, a quello dell’Apollo e ai fan della Rustichella, rimasti fuori dalla Camera per mancato raggiungimento della soglia di sbarramento. Un abbraccio (istituzionalissimo) anche alle Forze dell’Ordine”. E in chiusura: “E’ stato bello finché è durato”.