Sono 22 gli edifici che sono crollati dopo che una frana ha travolto un’aera industriale di Shenzhen, città nel sud della Cina. Secondo il bilancio provvisorio fornito dalla autorità cinese, 900 persone sono state evacuate dai palazzi, due dei quali ospitavano i dormitori degli operai delle fabbriche, mentre vi sarebbero ancora almeno 27 dispersi e tre persone sono rimaste ferite. Le squadre di soccorso, in tutto 1500 vigili del fuoco, stanno ancora lavorando tra le macerie nella ricerca di sopravvissuti. Secondo quanto riportano media locali a provocare la frana è stato il crollo di scarti di materiale di costruzione che era stato accumulato da anni. Ma una dichiarazione del governo municipale di Shenzhen pubblicato su Weibo, sito di microblogging cinese, si afferma che la frana è stata provocata anche da un’esplosione in una vicina stazione di rifornimento