“La vicenda di mio padre va avanti da quattro anni. Ma la fortuna di quest’anno è che il Natale lo passeremo insieme, perché mio padre verrà in Italia. Cosa gli regalerò? Magari lo porterò al ristorante indiano. Ovviamente sto scherzando“. E’ la risposta ironica che Giulia Latorre, figlia 21-enne del marò Massimiliano, dà a Roberto Arduini in un’intervista rilasciata a Ecg Regione, su Radio Cusano Campus. La ragazza ribadisce di essere vittima di battute di vari utenti sul profilo personale Facebook: “Io mi diverto tantissimo a leggere certi commenti, si tratta di gente che non è normale. Ci sono addirittura 40-enni che mi scrivono frasi del tipo: “sei bellissima”, “escile”, “ti vorrei fare”. Sono molestie sessuali, lo so. Ma che ci posso fare? Poi se vedi bene, ti accorgi che sono persone con problemi mentali. Meglio riderci su, perché se ogni volta dovessi denunciare, non vivrei più. In tanti” – continua – “dicono che mio padre è un assassino, uno che ha ucciso gente innocente. Io rispondo: “Sì, vabbe’, hai ragione, tanto l’ignorante sei tu”. La verità la so io”. Giulia Latorre parla poi dei suoi sogni nel cassetto: “Come ho già detto, vorrei entrare nel mondo della moda, ma ancora non si è visto niente. Non sto tanto dietro a questa mia ambizione, perché ho altre cose a cui pensare. Tempo fa sarei dovuta entrare al Grande Fratello, ma poi per vari problemi non sono più entrata purtroppo. La gente diceva che andavo al GF per sfruttare mio padre. E invece, a prescindere da mio padre, avevo il desiderio di entrare nel GF da quando è nato il reality show”. E aggiunge: “Io voglio fare la mia vita, se domani mi chiama “Avanti un altro” ci vado, con il cognome di mio padre o no. Non ho voluto io essere conosciuta, io se potessi cambierei il mio cognome su Facebook così la gente la smette di rompermi le scatole. Vorrei solo vivere la mia vita come una persona normalissima”. Poi puntualizza: “Se il GF dovesse chiamarmi io ci andrei di corsa, perché chiunque lo farebbe. Sono stati loro a chiamarmi, non ho fatto provini, non ho fatto nulla. Se mi dovessero chiamare la prossima volta direi di sì senza problemi. Non mi interessa di chi sono figlia, mio padre ha fatto il suo lavoro come gli altri militari. Ho visto il GF quest’anno, c’era la figlia di un carabiniere morto. Quindi, anche lei ha sfruttato il padre? Io solo che ci sarei stata alla grande in quella casa, mi sarei divertita tantissimo. Sono esperienze che si fanno nella vita