A Milano a un certo punto era tutta colpa di Pisapia, a Roma Marino le colpe se le andava anche un po’ a cercare. Mentre a Livorno, dopo la protesta dei netturbini e il caos in consiglio comunale, è “Colpa di Nogarin“. E così ora si chiama una pagina facebook che ha già superato in poche ore un migliaio di adesioni. E visto che, se c’è una cosa certa a Livorno è l’umorismo, ecco che un po’ in difesa del sindaco contestato dai lavoratori (che lui ha definito “straordinari”, ma “strumentalizzati”) e un po’ per puro divertimento i fotomontaggi si moltiplicano con l’immagine del primo cittadino a Cinque Stelle accostata alle più improbabili situazioni delle quali viene “incolpato”.

In una delle foto si vede il sindaco che regge la Torre di Pisa con la scritta: “La Torre di Pisa pende? Colpa di Nogarin!”. Oppure, dato che il vescovo di Livorno Simone Giusti è di origine pisana: “Il vescovo è pisano! Colpa di Nogarin!”. Ma le “responsabilità” sono infinite: dal Livorno in serie B alla presenza delle meduse in mare fino all’acqua “marmata” (gelida) alla torre della Meloria.