Passati pochi minuti dalla ripresa dei lavori del consiglio comunale di Livorno sul futuro di Aamps, la municipalizzata dei servizi ambientali, scoppia la bagarre. La scintilla è la richiesta di informazioni sul possibile scenario dopo l’opposizione dei creditori di Aamps al concordato preventivo di continuità, quando l’assessore al Bilancio Gianni Lemmetti fa sapere che “sì, potrebbe a quel punto paventarsi l’opzione di concordato fallimentare”. Tanto basta, e in aula scoppia il caos. Urla, cori, e un dipendente Aamps che ha un malore. Tutto si interrompe e viene chiamata un’ambulanza. Ma intanto si scaldano i toni nello spazio dell’aula consiliare riservato ai cittadini: alcuni attivisti del Movimento Cinque Stelle si scontrano con alcuni dei lavoratori dell’azienda municipalizzata presenti