Blitz, arresti e perquisizioni. “Ma il lavoro non è ancora finito”, dice il ministro dell’Interno belga Jan Jambon. Perché il ricercato numero uno, Salah Abdeslam – l’ottavo componente del commando che ha seminato il terrore a Parigi. E intanto in una Bruxelles blindata risuonano le note di Hallelujah, il capolavoro di Leonard Cohen. La performance è di un artista di strada che, nel centro della città, con il suo violencello emoziona i passanti
(video tratta da Twittwer – Els Ampe)