Clandestini uguale Islam, Islam uguale terrorismo. Una doppia equazione che contiene la formula del leghismo di estrazione salviniana. Dal palco del congresso regionale celebrato oggi a Brescia, i segretari provinciali hanno lanciato i loro proclami, i loro auspici. Quasi tutti hanno voluto riservare un passaggio al contesto sociale e al momento storico che stiamo attraversando. Hanno urlato la tutta la distanza dal mondo musulmano, chiedendo controlli sui richiedenti asilo, invitando stranieri insoddisfatti a guadagnare la via del loro paese di origine. Prima dell’ingresso sulle bancarelle gestite dai Giovani Padani delle magliette che non lasciano spazio ad interpretazioni, una carabina spianata e la scritta “difendi la tua terra