La Turchia ha messo in guardia la Francia per due volte in un anno, nel mese di dicembre 2014 e nel giugno 2015, su uno dei militanti jihadisti che si sono fatti esplodere venerdì sera a Parigi: Omar Ismail Mostefai, il primo dei kamikaze del teatro Bataclan ad essere identificato. Lo ha rivelato un funzionario del governo turco. Mostefai era entrato in Turchia nel 2013, ma non vi è alcuna traccia di quando lui abbia lasciato il paese, considerato una porta di ingresso per i jihadisti che cercano di raggiungere la vicina Siria. Il suo nome era stato fatto la prima volta nel dicembre 2014 nel corso di un’indagine che Ankara stava conducendo su altri quattro sospetti terroristi per ordine della Francia. E ora si scopre che Omar Ismail Mostefai era già comparso nel 2009 in un video musicale pubblicato su Internet e mandato in onda in queste ore dalla tv francese BFM. Mostefai come Cherif Kouachi, l’autore della strage alla redazione di Charlie Hebdo uniti dalla passione per il rap. Il trentenne che si è fatto saltare in aria venerdì nella sala da concerti parigina Rapper come Kouachi, protagonista di un reportage di France 3 nel 2004
(immagine di BFM)