È stato trovato con le vene dei polsi tagliate, nel tentativo di togliersi la vita. Luigi Carammelo, 47 anni, era fuggito dopo aver ucciso la moglie a coltellate sabato mattina a Canelli, in provincia di Asti. Barbara Natale, 44 anni, era stata trovata senza vita nei pressi della stazione ferroviaria del paesino astigiano: sul corpo i segni di 9 coltellate.

I due erano separati da circa un mese e avevano due figlie di 17 e 20 anni: il marito le aveva dato appuntamento per un chiarimento, intorno alle 9.30. La discussione era poi degenerata, trasformandosi in un violento litigio che si è concluso con l’accoltellamento della quarantaquattrenne. Dopo l’omicidio l’uomo era fuggito a bordo di una Fiat Punto rossa, presa in prestito da un amico.

A dare l’allarme erano stati gli abitanti della zona. I carabinieri, giunti sul posto, hanno trovato il cane della donna, un dalmata, a vegliare sul corpo senza vita.