“Martedì prossimo avremo un incontro politico sincero perché non si possono mettere più soldi e avere un costante coro di polemiche da parte di una parte della maggioranza, bisogna parlarsi con grande chiarezza e intendersi su che cosa è più di sinistra se discutere sul tetto ai contanti o mettere 700 milioni sulla povertà”. Matteo Renzi da L’Avana annuncia l’ennesimo incontro di chiarimento con la minoranza Pd, questa volta sulla legge di stabilità. I toni del premier non sembrano escludere un nuovo scontro, o comunque tradiscono l’insofferenza: “La legge di stabilità  – doce – deve parlare alla maggioranza degli italiani e non alla minoranza del Pd”.

“Bisogna parlarsi – ha detto il premier – con grande chiarezza entrando nel merito: è più di sinistra aver raddoppiato i soldi per la famiglie o passare le giornate a lamentarsi su presunti torti all’ideologia ugualitaria? E’ più di sinistra mettere i soldi sull’Ilva e su Gioia Tauro o fare riferimenti senza concretezza a necessarie misure per il Sud? Bisogna dirselo con chiarezza ma se la sinistra non rivendica i risultati che ci sta a fare?”.